Oldtimesro.net

Oldtimesro.net

Lavandino senza scarico

Posted on Author Kagahn Posted in Rete

  1. Pulire lo scarico del lavandino otturato: tre metodi alternativi
  2. Sifoni e pilette
  3. Scegli 5 anni senza pensieri

Vorrei mettere un lavandino sul mio terrazzo sul quale c'è un rubinetto dove arriva l'acqua, ma non c'è il tubo di oldtimesro.net rubinetto è. ROSMARINO Bacinella con Valvola di Scarico dell'Acqua 35x25x17 cm - Perfetto Lavello da Campeggio e per Le Famiglie Senza Lavastoviglie. 3,9 su 5 stelle. Compra MISCELATORE LAVABO SENZA SCARICO a prezzi vantaggiosi su oldtimesro.net ✓ Spedizione Gratuita disponibile per membri Prime su oltre un milione. Le migliori offerte per Lavandino Senza Scarico in Arredo Bagno sul primo comparatore italiano. ✓ Tutte le informazioni che cerchi in un unico sito di fiducia.

Nome: lavandino senza scarico
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 13.70 MB

Ma cosa sono, e come funzionano? Lo trovo molto piacevole ed informativo. Ma perché i lavabi di ultima generazione non hanno più il magico foretto? Capisco che tecnicamente, con le pareti in ceramica spesso sottilissime, non ci sia spazio…. Buco nero ricettacolo di batteri?

Il mix lavabo senza scarico è una soluzione elegante e sofisticata ideale per arredare bagni dalle forme essenziali, minimaliste e dallo stile contemporaneo. Si adatta perfettamente a qualsiasi versione di lavabo, sia da appoggio che sospeso, tradizionale dalle forme lineari e squadrate oppure moderno ed innovativo dalle linee ovali e sinuose. Mix lavabo senza scarico: dettagli e funzionalità Il miscelatore monocomando ha un design moderno ed accattivante, dalle forme morbide ed eleganti.

Si adatta perfettamente alle linee squadrate dei bagni tradizionali nonché a quelle degli ambienti moderni, con lavandini da appoggio o sospesi. Queste tipologie di lavabo oltre che funzionali, permettono una più rapida pulitura degli spazi, consentendo di raggiungere punti solitamente difficili da igienizzare, a causa delle ingombranti tubature dell'impianto idrico.

Pulire lo scarico del lavandino otturato: tre metodi alternativi

Pensiamo ad esempio a quelle di colore rosso, arancio, giallo o verde! Quali sono le varie tipologie di pilette? Le pilette con attacco universale sono del tutto compatibili con tutte le tipologie di lavandini e bidet a prescindere dal fatto che siano in ceramica o in acrilico.

Le pilette click-clack si caratterizzano per un meccanismo di chiusura a pressione molto intuitivo e si aziona davvero in un attimo, mediante una semplice e leggera pressione manuale. La nuova piletta click clack nel tempo sta sostituendo il tradizionale sistema di scarico con salterello.

Grazie a questo nuova tipologia di piletta non sarà necessario installare ulteriori accessori di raccordo all'esterno del sanitario perché il miscelatore e la piletta saranno due elementi indipendenti. Il sistema ha, appunto, l'innegabile vantaggio di "svincolare" la distribuzione e la collocazione dei bagni dall'effettiva posizione della colonna fecale, ma come tutte le cose ha anche degli svantaggi.

Sifoni e pilette

Dato che in diversi cantieri ho fatto installare questo sistema ritengo di avere una discreta esperienza sull'argomento, e voglio condividere alcune considerazioni ed alcuni "tips and tricks" con tutti voi. Anzitutto cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando: premetto che il mio blog non vuole essere e non sarà mai una vetrina commerciale, ma a volte è indispensabile linkare alcune aziende in modo esplicito e diretto.

Linko quindi il sito del produttore "ufficiale" di sanitrit ovvero l'azienda che per primo sel'è inventato e che detiene credo il brevetto, ma va detto anche che non è lunica a produrre tali apparati sul mercato e, per dovere di completezza, vi segnalo anche i prodotti della Pentair. Nella foto sopra trovate un pimo esempio di impianto realizzato in uno dei miei cantieri: si tratta di un sanitrit che è concepito per essere installato dietro al vaso, ma che qui è stato invece posizionato in una nicchia limitrofa.

Scegli 5 anni senza pensieri

Nella foto sono evidenziate alcune lettere che corrispondono a diversi elementi dell'impianto: con A è evidenziato lo scarico del WC che, dal bagno del locale accanto, porta lo scarico nel sanitrit con B è indicato invece il condotto di scarico in uscita dal sanitrit: notate intanto la differenza tra la dimensione dello scarico WC "originale" e quello dello scarico dopo la triturazione con C è indicato lo scarico del lavabo.

In questa installazione, il condotto di scarico del sanitrit passa a pavimento, nello spessore del massetto. Non solo: a casa mia ne ho ben due, su tre ambienti di servizio totali, a controprova che non ho nulla in contrario circa il suo utilizzo e che, anzi, spesso devo ben spiegare ai clienti come funziona pur di convincerli ad installarlo, nei casi in cui ritengo sia necessario. Ovviamente in un uso responsabile dell'impianto - immaginiamo quindi nella propria abitazione - non ci sono problemi.

Il ragionamento vale anche per la cucina: se avete deciso che la vostra cucina dovrà avere il sanitrit, sappiate che in caso di black-out prolungato non potrete usarne il lavello.

Il problema delle alte temperature degli scarichi si pone comunque, sanitrit o no, in tutti gli scarichi in plastica, per cui occorrerebbe comunque prestare attenzione. Per fare un impianto con sanitrit fatto bene, secondo me sarebbe opportuno installare in prossimità del sanitrit un sensore di allagamento collegato ad una elettrovalvola che blocca tutta l'acqua che entra al bagno interessato: in questo modo, in caso di allagamento accidentale, l'acqua viene automaticamente chiusa.

La ditta stessa ha in catalogo dei sensori di allagamento, ma in commercio ve ne sono diversi. La normativa infatti classifica il sanitrit comunque come acque nere a meno che non stiamo parlando dei "sanivite", cioè sostanzialmente delle pompe per acque grigie. Comunque il sanitrit produce dei rumori sugli scarichi, è inutile farsi illusioni a riguardo. Pur non essendo necessariamente una cosa negativa, considerate che una volta terminato il lavoro della pompa, nel tratto verticale rimarrà comunque del liquame fermo, che verrà espulso alla scarica successiva: il sanitrit è infatti dotato di una valvola di non-ritorno che impedisce a questa colonna di liquame di rifluire nel trituratore.


Articoli simili: